Ceretta allo zucchero delicata fai da te. Ecco come fare!

0
536
La rimozione dei peli superflui è una pratica a cui la gran parte delle donne fa affidamento  per sentirsi pulite e in ordine. Ma la rimozione dei peli dal bulbo (ovvero quella più efficace e duratura) è spesso aggressiva e dolorosa. E’ per questo che un metodo molto gettonato per depilarsi è quello di creare la ceretta allo zucchero.

La ceretta alla zucchero (detta anche ceretta araba, perchè proprio gli arabi hanno scoperto questa efficace tecnica per rimuovere i peli superflui) è facile da preparare in casa e molto delicata sulla pelle.

Come realizzare la ceretta allo zucchero:

Ingredienti –  200 g di zucchero, 50 g di succo di limone, 50 g di acqua, 2 gocce di olio di tea tree (quest’ultimo ingrediente è facoltativo, sappiate che è davvero ottimo per prevenire irritazioni e peli incarniti).

Preparazione – Prendi un pentolino e inserisci gli ingredienti sopracitati al suo nterno, mescolali tra loro e accendi il fornello piccolo a fiamma bassa.  Assicurandoti che il fuoco sia lento, mescola gli ingredienti finchè la consistenza del composto non sarà come quella del caramello. Dopo aver ottenuto la consistenza giusta, spegni e lascia raffreddare il composto. Deve diventare tiepido e quindi giusto per l’utilizzo. (Attenzione! se attenderai troppo e diventerà freddo rischierai di non riuscire ad utilizzarlo se non dopo averlo ri-sciolto a bagnomaria).

Come si utilizza la ceretta allo zucchero?

E’ molto semplice, ma inizialmente occorre sviluppare un po di manualità.
Prendi con le mani una noce di ceretta allo zucchero e seguendo il verso del pelo applicalo sulla pelle tirandolo come se fosse gomma (quindi aiutati con il pollice per far aderire bene il composto alla zona interessata).
Successivamente afferra l’ultima parte di ceretta e strappa nel verso opposto del pelo. I movimenti diventeranno molto veloci e noterai che il dolore è davvero minimo e sopportabilissimo.

Questa tecnica, la pelle è soggetta a un minore stress evitando capillari rossi, rossori prolungati e follicoliti.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here